L'alternativa salutare al cioccolato?!

Novembre è il periodo in Algarve dove la raccolta delle carrubi è in pieno svolgimento. Se non hai familiarità con la carruba (alfarroba), è il baccello di semi a forma di pisello dall'aspetto scuro e misterioso che proviene dall'arvore de alfarrobeira (carrubo). Un tempo aveva poco valore in quanto veniva utilizzato principalmente per nutrire i cavalli, ma ora grazie alla sua naturale dolcezza e alle sue proprietà più sane (quasi senza grassi e solo 1/3 delle calorie di cioccolato!) è la fonte di diversi dolci sontuosi, viene macinato in farina per torte e aggiunto al cacao per produrre cioccolato.

Il Portogallo è uno dei principali produttori di carruba in tutto il mondo grazie al clima caldo e secco dell'Algarvia. Richiedendo pochissima acqua per sopravvivere, la regione è ideale per nutrire questi alberi sostanziosi, che possono vivere fino a 200 anni.

Prima dell'invenzione del denaro e della creazione del sistema di misurazione SI, i Mori commerciavano i loro cammelli e cavalli e se non ricevevano merci in cambio, dovevano pesare le pepite d'oro che portavano sempre con sé come metodo di pagamento.

Poiché i semi del carrubo sono abbastanza simili per dimensioni e massa, li hanno usati per misurare il peso dell'oro. Alla fine, hanno scoperto che non tutti i semi avevano le stesse dimensioni e standardizzato il sistema: un carato ora equivale a 0,2 grammi e viene utilizzato per il peso dei diamanti.

Alcune persone credono che la parola "carato", che è ancora usata dai gioiellieri di tutto il mondo, derivi effettivamente dalla parola "carruba". Ma la parola 'carato' si riferisce al nome ufficiale del carrubo: Ceratonia Siliqua.

C'è così tanto da godere in Algarve - è stato 23ºC questa settimana - quindi fuggi al sole e investi nella tua nuova casa in Portogallo. Contattaci ora: info@portugalproperty.com o chiamaci al numero +351 308 800 878 o 0800 014 8201 gratuito dal Regno Unito.

Pubblicato in: Viaggio / Notizie sul sito / Proprietà in vendita in Portogallo / Notizie e aggiornamenti / Salute / Guida al Portogallo