Gli investimenti britannici in Portogallo salcono

British investment in Portugal

L'anno scorso, gli investimenti britannici in Portogallo sono quintuplicati, da 140 milioni di euro nel 2016 a 750 milioni di euro nel 2017. Il Regno Unito è il quarto maggiore investitore in Portogallo.

Ricordando la più antica alleanza tra due paesi con la firma del Trattato di Windsor nel 1386, il Portogallo ha istituito un'agenzia l'anno scorso per attirare imprese britanniche in Portogallo chiamato 'Portogallo IN'. È guidato da Bernardo Trindade, l'ex segretario di Stato per il turismo e ritiene che "il divorzio con l'Unione europea" sia stato un primo motivatore. Ha parlato quando il Premier Antonio Costa ha fatto una visita ufficiale di due giorni a Londra. Le esportazioni portoghesi verso il Regno Unito sono triplicate dall'inizio dell'agenzia.

L'agenzia è un'iniziativa a breve termine che terminerà quando la Gran Bretagna lascerà ufficialmente l'UE. Riporta direttamente al Premier Antonio Costa e ha un comitato esecutivo di Trindade, Algarve albergatore Chitra Stern e Porto business leader Gonalo Lobo Xavier.

Chitra Stern ha detto: "Non è solo il Portogallo in che sta lavorando per attirare gli investimenti britannici. C'è il ministero dell'economia, ministero degli affari esteri (tra cui AICEP / Portogallo globale) e diversi organismi come InvestLisbon, InvestBraga, ecc e organizzazioni come StartupPortugal... Ci sono anche diversi eventi in corso tutto il tempo nell'ambasciata portoghese a Londra".

Trindade ha continuato dicendo: "Siamo tutti molto consapevoli che il Portogallo sta vivendo un momento eccellente, con la crescita economica, la riduzione del tasso di disoccupazione, la riduzione consolidata del debito pubblico, il deficit di bilancio. Sono tutte questioni che danno valore alla nostra economia perché le condizioni finanziarie sono migliori di conseguenza. Ciò che sentiamo sinceramente è che, al di là degli aspetti tradizionali per i quali il nostro paese è conosciuto (sole, cordialità, ecc.) siamo ora visti come un paese con capacità di risposta, e questo è molto positivo. Non è un caso che oggi si possa parlare di 1,6 miliardi di euro di investimenti in fase di analisi, il 70% dei quali sono investimenti esteri diretti".

Pubblicato in: Business / Money / News and Updates / Site News